Tag: inclusione

+

Dialogo intorno alla neurodiversità

Dalla graphic novel “La differenza invisibile”[1] al paradigma sociale di Judy Singer[2]: un dialogo sull’autismo nella cornice della neurodiversità con “Neuropeculiar APS, movimento per la biodiversità neurologica[3]  Quale parola ti è venuta in mente leggendo il messaggio di invito all’autoformazione: “Dal movimento per la neurodiversità al movimento Neuropeculiar: verso un cambiamento di paradigma biopsicosociale?”? A che punto siamo, noi clinici, psicologi e psicoterapeuti, con … [Continua a leggere Dialogo intorno alla neurodiversità]

+

Dove accade la cura. Il setting tra inclusione, protezione e collusione, dentro e fuori la stanza.

“Un legittimo obiettivo della psicoterapia è quello di sostenere l’opposizione e la resistenza alla cultura dominante, fintanto che ciò appare coerente con l’agency che il paziente desidera esercitare” Elliot L. Jurist “Si può parlare di terapia solamente riferendosi alle classi medie e alte, perché queste classi posseggono i mezzi di produzione e con questi mezzi creano istituzioni in cui potersi riabilitare” [1]. Così Basaglia … [Continua a leggere Dove accade la cura. Il setting tra inclusione, protezione e collusione, dentro e fuori la stanza.]