Tag: determinanti sociali della salute mentale

+

Global Health Watch 5

Da oltre dieci anni, il Global Health Watch (GHW) rappresenta la più autorevole fonte per le analisi relative alla salute globale. Questa nuova edizione, la quinta, affronta le sfide davanti a cui sono posti i governi e i professionisti e le professioniste che operano oggi nel campo della salute. Come afferma il BMJ (2018), nell’editoriale pubblicato il 2 Marzo, la nuova edizione rappresenta una risorsa … [Continua a leggere Global Health Watch 5]

+

Il setting clinico come determinante sociale della salute mentale e strumento di produzione o contrasto di disuguaglianze sociali

Il setting clinico oltre ad essere invarianza che rende possibile la relazione clinica è prodotto sociale con effetti sulla stratificazione della comunità

+

Salute Mentale e Mutualismo: Discorsi e pratiche di comunità che curano.

Salute Mentale e mutualismo.Quali sfide politiche, organizzative e cliniche, nei percorsi collettivi di tutela della salute mentale pubblica?

+

Psicofarmaci in età evolutiva: la posizione della Rete Sostenibilità e Salute

La Rete Sostenibilità e Salute interviene sulla medicalizzazione in età evolutiva in Italia, esaminando lo scenario internazionale

+

Sulla fragilità della psichiatria: intervista a Benedetto Saraceno

Ginaluca D’Amico intervista Benedetto Saraceno, già direttore del Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze dell’OMS

+

Verso una Salute Mentale Inclusiva e Partecipata. Report Open Lecture di Benedetto Saraceno

Si è tenuto, il 15 Maggio 2019, presso Coripe Piemonte, un’open lecture di Benedetto Saraceno di cui queste pagine costituiscono un breve report.

+

Ridateci Basaglia! Riflessioni sull’urgenza di una ri-contestualizzazione basagliana

DaSaluteInternazionale Quello che sta per terminare è un anno simbolicamente importantissimo per chi si occupa di tutela della salute: 40 anni da Alma Ata e del suo contributo per lo sviluppo delle cure primarie; 70 anni del NHS, primo sistema sanitario universalistico, gratuito, finanziato tramite imposte ma anche i 40 anni della Legge 180, della 194 e, sopratutto, dell’istituzione del nostro SSN. L’aspetto che … [Continua a leggere Ridateci Basaglia! Riflessioni sull’urgenza di una ri-contestualizzazione basagliana]

+

PTM: superare la diagnosi psichiatrica, fare luce sul ruolo del potere nel disagio psichico.

Come on, come on You think you’ll drive me crazy? Well, come on, come on You and whose army? You and your cronies Thom Yorke POWER TO THE PEOPLE! Il PTM (Power, Threat, Meaning Framework) per superare la diagnosi psichiatrica, fare luce sul ruolo del potere nella generazione e nel mantenimento del disagio psichico. Rovesciare il modello, aprirlo mettendone a nudo i limiti intrinseci, … [Continua a leggere PTM: superare la diagnosi psichiatrica, fare luce sul ruolo del potere nel disagio psichico.]

+

L’analisi della Rete Sostenibilità e Salute sulla salute mentale

Quotidianosanità ha ripreso la notizia riguardante il documento che, insieme alla Rete Sostenibilità e Salute, abbiamo contribuito a produrre. COMUNICATO STAMPA DEL 7 MAGGIO 2018 La salute mentale secondo la Rete Sostenibilità e Salute Analisi dei bisogni e strategie d’ intervento La Rete Sostenibilità e Salute (RSS) presenta un nuovo documento: si tratta di un’analisi molto accurata sulle attuali criticità nel campo della salute … [Continua a leggere L’analisi della Rete Sostenibilità e Salute sulla salute mentale]

+

ELEZIONI POLITICHE 2018. CHI TUTELA IL SSN e IL DIRITTO ALLA SALUTE?

Le elezioni politiche sono alle porte. La confusione regna sovrana e l’unico partito in grado di ottenere la maggioranza sembra essere quello del non-voto, espressione di una delle maggiori malattie del nostro tempo, l’assenza della partecipazione alla vita sociale. Per questo, insieme alla Rete Sostenibilità Salute, abbiamo scelto di chiedere un po’ di chiarezza alle forze politiche rispetto al loro posizionamento su un tema … [Continua a leggere ELEZIONI POLITICHE 2018. CHI TUTELA IL SSN e IL DIRITTO ALLA SALUTE?]

+

Per una clinica che sia equa e un’equità che sia clinica. Rapporti tra accessibilità, setting ed efficacia terapeutica.

Non è un mistero né tanto meno una novità che una certa rigidità del modo di intendere la clinica e il setting terapeutico contribuiscano a creare notevoli barriere all’accesso ai servizi psicologici e psicoterapeutici, alimentando talvolta l’esclusione sociale. Ciò avviene specialmente nel libero mercato, nell’ambito del privato, dove la mancata flessibilità rispetto a tariffe, orari, cancellazioni, esigenze e necessità dell’utente, può essere fonte di … [Continua a leggere Per una clinica che sia equa e un’equità che sia clinica. Rapporti tra accessibilità, setting ed efficacia terapeutica.]