AAA SALUTE MENTALE CERCASI: ATTIVISMO, ADVOCACY E AUTODETERMINAZIONE PER LA SALUTE MENTALE

La salute mentale è il risultato di molte forze e fattori.

Si costruisce, sempre, all’interno di specifici assetti sociali, economici, politici e culturali che influenzano i contesti di vita in cui soggetti e comunità nascono, crescono, si istruiscono, costruiscono una famiglia, lavorano e si divertono, si ammalano e curano, invecchiano e muoiono. Tali assetti e contesti, che influenzano e sono influenzati da individui e comunità, non sempre promuovono salute, fisica e mentale, in ugual misura, per tutti e tutte. Allo stesso modo, alcune culture e pratiche diffuse nei e dai servizi sanitari e dai dispositivi di cura non producono salute, fisica e mentale, in ugual misura stesso modo per tutti e tutte.

Tuttavia, gli assetti e contesti sociali, servizi sanitari e le politiche che in tutti i settori li determinano, sono il risultato di processi storici e dinamici.

Le comunità e gli individui, soprattutto chi quotidianamente attraversa e interagisce con il Sistema Sanitario Nazionale, ha il diritto, il potere e la responsabilità di partecipare attivamente alla vita collettiva per trasformare assetti, contesti e servizi, e le politiche che li determinano, rendendoli più capaci di rispondere all’insieme dei propri bisogni e di quelli di tutte le parti del corpo sociale, nel rispetto dei principali diritti umani.

Il 23 febbraio alle ore 18.30 presso il Circolo Risorgimento ci incontreremo per confrontarci attorno al tema dell’advocacy, dell’attivismo e dell’autodeterminazione sul campo della salute mentale e del benessere condividendo strategie, strumenti, esperienze, riflessioni e criticità insieme ad attori che praticano ogni giorno, individualmente e collettivamente, dentro e fuori le istituzioni e i movimenti, a vari livelli, dal locale al transnazionale, ciò di cui parleremo.

Interverranno:
Nerina Dirindin, già senatrice, Coripe Piemonte, Scuola di Management ed Economia dell’Università di Torino
Barbara di Cursi, Il Bandolo
LaST, Laboratorio Studentesco
MicroPsy, Spazio di Ascolto dell’Ambulatorio Autogestito Microclinica Fatih

Introduce e modera:
Matteo Bessone, Rete di Psicoterapia Sociale

Organizziamo l’incontro insieme alla Rete di Psicoterapia Sociale, all’interno del progetto Barriera Corallina che ha come obiettivo la costruzione di una comunità di pratica culturale attraverso il rafforzamento e l’apertura alla cittadinanza di spazi di aggregazione e partecipazione e la promozione di un approccio alla cultura che valorizzi le diversità, creando spazi per voci minoritarie e non dimenticando i diritti umani, la prevenzione dei conflitti, l’educazione interculturale.

La descrizione dell’incontro è in continuo aggiornamento



Risorse utili

[Libro]Advocacy per la salute mentale. Una guida pratica per cittadine e cittadini, associazioni e istituzioni. Benedetto Saraceno, Giovanna Del Giudice e Rebecca De Fiore (2022), Il pensiero scientifico ed.

[Report]Per una salute mentale di comunità: l’advocacy di cittadini e associazioni per stimolare le istituzioni. Rita Longo (2022), Dors.

[Libro in Free Dowload]  Advocacy for mental health (2003). World Health Organization.

[Campagna] Torino per la salute mentale e l’equità per le elezioni amministrative a cura dello Sportello TiAscolto

[Strumenti pratici] Toolkit per l’Advocacy , template per strategia comunicativa e Roadmap 2023-204 per l’Advocacy a livello globale a cura di United For Global Mental Health.

[Report]Coinvolgere la comunità per ridurre le disuguaglianze di salute: un documento di advocacy e policy brief

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: